Home Sondaggio Commenti Affiliazione Donazione

Logo Takt of Magic

Takt of Magic (Wii Jap 2009)


Traduzione testuale dei dialoghi principali del gioco [ Sospeso, 10/112 missioni ]



Schermate
Lista Missioni


Overview:
Sono molte le persone che rimasero stregate da Lost Magic per Nintendo DS, tempo addietro. La meccanica di gioco si basava sul real time strategy, e fondamentalmente si dovevano completare missioni guidando sul campo di gioco il protagonista e le sue squadre di mostri, catturate nelle missioni precedenti, allineate ad un certo elemento e potenziabili con un sistema di esperienza e livelli, analogo per il protagonista.
Probabilmente esistono molti giochi con meccaniche simili, in ogni caso. Il controllo via pennino rendeva tutto più facile, almeno sulla carta, in quanto il meccanismo di selezione era abbastanza padroneggiabile ma non perfetto. Tecnicamente inoltre c'era qualche difetto evidente, poiché in situazioni concitate non mancavano mai i rallentamenti.
Ma allora cos'era che lo distingueva? Cos'è che faceva immergere i giocatori a tal punto da far loro tralasciare ogni difetto? La magia.

Per quanto mi riguarda, mai ho avuto così tanto la sensazione di sentirmi un mago, in un gioco.
Il protagonista era in grado di lanciare magie, semplicemente tracciando su schermo varie rune mistiche, da sole o in combinazione tra loro. Una runa di fuoco, lancia una palla di fuoco. Una runa di luce, permette di curare un alleato. Una runa di fuoco seguita da una di luce, permette di sferrare un raggio di luce, in quanto la prima runa ne determina l'effetto e la seconda l'elemento. Una runa di luce seguita da una di fuoco invece lancia una magia di cura, in grado però anche di annullare il congelamento. Ogni elemento è potenziabile, semplicemente usandolo nelle magie, e vi sono legate 3 rune di potenza ed effetti variabili. Essendo le combinazioni estendibili fino a tre rune di fila, ne consegue che avevamo... quasi 20 rune, combinabili in pressappoco 400 incantesimi diversi!
C'era un altro aspetto che adoravo, sebbene potesse apparire come un limite. Nel bel mezzo di una missione, il gioco ti ricordava sì la forma di tutte le rune, ma non potevi assolutamente controllare le descrizioni e gli effetti degli incantesimi. Magari era così solo per limiti tecnici, ma per me significava ulteriore immersione nel ruolo. Un mago non avrebbe il tempo di ripassarsi gli incantesimi durante la battaglia, ciò significa che devi prepararti a dovere in anticipo e tenere a mente tutti quelli che ti servono.

Insomma, fin qui ho parlato solo ed esclusivamente di un gioco diverso da quello in esame. Ma questo perché Takt of Magic è il fratellone, rifinito e migliorato, di quella bella avventura che abbiamo potuto goderci su DS, svariati anni fa. Per chi l'ha amata, o per chi adora questo stile di gioco che fa tanto Guru Guru, questa è un'occasione da non perdere.
Torniamo a tracciare qualche runa!

Cosa serve per giocarlo:
Un Wii in grado di far girare i giochi giapponesi, a voi la scelta del metodo. Ma mi raccomando, se questo titolo vi piace non mancate di accaparrarvi una copia giapponese 'non virtuale'. I bravi sviluppatori vanno sempre premiati.

Avvertenze:
Del gioco conosco solo il numero di missioni totali, ma non la quantità di dialoghi e trama distribuiti in esse. Pertanto il calcolo dello stato attuale del progetto sarà molto approssimativo.

Patch:
Solita solfa. Ci piacerebbe, ma serve un hacker che svolge il suo mestiere senza brutti scherzi.

Aggiunte successive:
-